martedì 9 dicembre 2014

Consiglio comunale Canal San Bovo 17 novembre 2014

Il 17 novembre 2014 alle ore 18 in sala consiliare del comune Canal San Bovo si è tenuto il consiglio comunale convocato d'urgenza contendo la ratifica della terza variante approvata dalla giunta e la quarta variante al bilancio 2015. I tempi stringono come anche la sindaca Mariuccia Cemin e si è voluto utilizzare tutto il possibile fino all'ultimo tempo utile le poste da inserire. Una motivazione ulteriore per valutare bene le poste è il fatto che il bilancio di previsioni slitterà a marzo 2015 in quanto c'è incertezza sulle entrate soprattutto per la parte fiscale che vede l'introduzione dell'IMIS e in tal senso si sono avute indicazioni dalla Provincia di Trento. Tra gli amministratori mancava solo il vicesindaco assente giustificato per impegni di lavoro. E' però la cittadinanza che è mancata in quanto ai consigli partecipano sempre poche persone in questo addirittura due. Mi sento quindi di rinnovare l'invito di tutti a partecipare anche se stavolta era difficile in quanto l'orario non agevolava soprattutto chi ha impegni di lavoro. Dopo aver approvato verbale si è passati alla ratifica del consiglio comunale della terza variazione bilancio adottata provincia.

Ratifica III° variazione bilancio adottata provincia. La terza variazione di bilancio adottata dalla provincia con urgenza ammonta a 80 mila euro di cui 60000 euro per macchinari e 20000 euro per riparazione straordinaria guasti. Nell'illustrare la variazione presa giunta che a norma di legge va ratificata dal consiglio è dovuta all'urgenza di avere in bilancio e risorse per la riparazione dei mezzi per lo sgombero neve. Gli 80 mila euro sono stati tolti dal capitolo del Teatro di Ronco al quale rimangono 20 mila euro per procedere alla progettazione degli interventi su quello stabile; nel corso 2015 andranno trovate le risorse per rimpinguare il capitolo. Il voto sulla ratifica è stato unanime la stessa è immediatamente esecutiva.

Rispetto dell'equilibrio bilancio e stato di attuazione. Gli impegni nel bilancio 2014 erano di 1,7 milioni euro, a spesa effettiva si attesta sui 885 mila euro. Il maggior scostamento come illustrato dalla sindaca è dovuto al progetto della Caserma Pompieri che nella versione che comprendeva Croce Rossa e Vigili del Fuoco non ha trovato Ci sono poi risparmi su altre voci ma questo è il maggiore. Ci sono molti interventi da approntare e terminare ma tutto ciò è legato al ritrovamento di risorse. La relazione sulla tenuta e l'attuazione dei programmi è stata approvata in modo unanime ed è immediatamente esecutiva.

Quarta variazione bilancio. Questa è l'ultima variazione che verrà approntata e la sindaca annuncia che il bilancio di previsione 2015 vedrà la luce a marzo 2015. Unica cifra significati di parte corrente 31 mila di costo dell'energia elettrica che comunque è minore da come illustrato dalla sindaca rispetto al passato. Da segnalare che la cifra che di solito veniva messa in conto capitale, anche se errato, altrimenti poi va in avanzo e non è più utilizzabile in caso di risparmio. Si prevedono 17.100 euro per la permuta con l'APSP del Vanoi per sistema e l'area ecologica, 3500 per acquistare materiale per la cucina del plesso scolastico, 4000 euro di contributo per la Vertical Race, 2000 euro per acquisto di beni, 1700 euro per maggiori costi del sostegno all'occupazione della comunità che comunque è messo in modo prudenziale in quanto dovrebbe accollarselo la comunità. La consigliera Orsingher Annamaria, consigliera anche della Comunità, fa presente che diversi comuni non hanno aderito ma hanno beneficiato da free rider, senza pagare, dei 100 mila euro messi Comunità di Valle del Primiero. La sindaca risponde che è vero non ci si può fare nulla ma noi abbiamo avuto maggiori interventi. Sono stati poi messi 1000 euro per interventi ambientali.

Per la redazione di un progetto fusione, all'interno dell'ipotesi Comune Unico, da parte del Consorzio Comuni viene messo 2000 euro. Lo stesso dovrà come spiegato la sindaca per sondare anche altre ipotesi fusione visto l'espressione da parte di 22,7% attraverso sondaggio dell'ufficio statistica provinciale.

Vengono previsti 50 mila euro per interventi sull'acquedotto per evitare rotture a Ronco Fosse delle tubazioni. In risposta a Corona Fabrizio la sindaca afferma che è garantito che la sostituzione delle tubazioni attuali con tubi anti-sfaldamento con giunti ogni 50 cm è stata ritenuta dai tecnici risolutiva; la somma va tolta dai 700 mila euro per Caserma Vigili Fuoco che andrà rimpinguato. Sono previsti 2000 euro per le luminarie natalizie.

Corona Fabrizio chiede se per le frane Coldosé e le altre presenti dovute alle piogge si farà qualcos. Attualmente la sindaca afferma che i danni arrivano a 200 mila e non sono calcolate come calamità e non esistono risorse. Voto unanime e immediata esecutività.

Espressione su deroga urbanistica SP56. Sfatiamo subito grazie alla domanda di Annamaria Orsingher che ciò è dovuto ad altri lavori su SP56. La sindaca infatti spiega che la stessa è dovuta a regolarizzazione del guado ed è tesa ad autorizzare sindaco e vicesindaco a esprimersi in conferenza servizi provinciale favorevolmente sulla regolarizzazione guado. In risposta a Corona Fabrizio si fugano il dubbi dell'eccessiva provvisorietà in quanto è a servizio dei lavori sulla SP56 Caoria/Canal San Bovo.

Comunicazioni sindaco. Sul Comune Unico gli incontri procedono e verrà edotto il consiglio sia nella versione formale che informale in caso di qualche decisione concreta dal tavolo e comunque sullo stato lavori.

Si è assolto l'obbligo statutario delle assemblee frazione.

Nessun commento:

Posta un commento